Giacomo-e-Ilaria

Adozione record:
«Siamo genitori per la prima volta di quattro figli»

Leggi l’ articolo de “L’Eco di Bergamo” che racconta dell’adozione di Sandra, Carolina, Nilar e Giordano.

Terremoto ad Haiti

Comunicato della Commissione Adozioni Internazionali (15/01/2010)

Negli ultimi giorni, dopo il drammatico terremoto che ha devastato Haiti, giungono alla Linea CAI numerose telefonate ed e-mail di coppie che chiedono informazioni circa la possibilità di adottare minori provenienti da quel Paese.In generale, si sottolinea che i cataclismi, così come le emergenze belliche, sono situazioni in cui occorre particolare prudenza nell’avviare procedure adottive. In tali circostanze è sempre necessario attendere che, nelle zone colpite dalla calamità,  la situazione rientri nella normalità, affinché siano ristabilite le condizioni per accertare l’effettivo stato di abbandono dei minori residenti nelle aree colpite (le cui famiglie potrebbero essere solo temporaneamente disperse) e le procedure di adozione degli orfani possano essere realizzate nel pieno rispetto delle norme nazionali e internazionali.Si segnala inoltre che l’Italia ha sempre avuto una limitatissima attività nell’ambito delle adozioni internazionali ad Haiti e che nessuna procedura adottiva è attualmente pendente in tale Paese.

A tal proposito, con riferimento a quanto annunciato dal sottosegretario Carlo Giovanardi, presidente della Commissione, si rende noto che gli enti del coordinamento "Oltre l'Adozione" intendono dare piena disponibilità ad aderire alle iniziative che la Commissione stessa deciderà nella giornata di domani, 19 gennaio, per fronteggiare la grave emergenza umanitaria.